Villa Edvige Garagnani, Via Masini 11 a Zola Predosa

Tel. + 39 366 8982707 - info@visitcollibolognesi.it

Lunedì-Mercoledì-Giovedì e Venerdì 9.00-13.00 e 14.00-18.00 / Sabato 9.00-13

Via della Lana e della Seta

Un itinerario che riperoorre la storia della produzione tessile di due regioni: Emilia-Romagna e Toscana.

Il percorso della Via della Lana e della Seta è un percorso recentemente inaugurato che collega Bologna e Prato.

Città accomunate dalla loro storia produttiva nell'industria tessile: la prima capitale della lavorazione della seta e la seconda della lana.

Un itinerario di trekking alla scoperta delle bellezze del territorio appenninico, ricco di tradizioni ed eccellenze enogastronomiche, e del grande patrimonio culturale di Bologna e Prato. Scoprendo le vie d'acque e le affascinanti costruzioni dell'architettura idraulica.

Bologna infatti è la città della Chiusa (bene UNESCO, vedi anche la pagina Monumenti e luoghi d'interesse) e dei canali mentre Prato è la città del Cavalciotto, delle gore e delle gualchiere.

Il Cavalciotto è una pescaia posta a Santa Lucia risalente al secolo XI, componente fondamentale del complesso sistema idrico pratese costituito da ben 53 chilometri di gore che attraversano tutto il territorio per poi gettarsi nel fiume Ombrone; la sua funzione principale era quella di deviare il naturale corso del Bisenzio per dare vita al cosiddetto Gorone, la prima e più grande gora di Prato. 

La Chiusa invece è posta a Casalecchio di Reno ed è la più antica opera idraulica d'Europa ancora in funzione e utilizzata in maniera continua ed ininterrotta; è lunga 160,45 m, larga mediamente 35,45, con uno sdrucciolo di  34,55 m ed un dislivello di 8,25.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale: www.viadellalanaedellaseta.com

tessuti seta.jpg