Villa Edvige Garagnani, Via Masini 11 a Zola Predosa

Tel. + 39 366 8982707 - info@visitcollibolognesi.it

Lunedì-Mercoledì-Giovedì e Venerdì 9.00-13.00 e 14.00-18.00 / Sabato 9.00-13

Monuments & Interesting Places

Bandiera d'Italia

Il territorio dei Colli Bolognesi presenta luoghi ammirabili ed interessanti.Riconosciuti persino dall'UNESCO per la loro importanza ed unicità

Chiusa di Casalecchio

La Chiusa di Casalecchio di Reno è la più antica opera idraulica d'Europa ancora in funzione utilizzata in maniera continua ed ininterrotta, infatti da ottocento anni governa le acque del fiume Reno e attraverso il sistema dei canali fornisce alla città di Bologna e all'intera pianura bolognese quell'energia motrice che ha reso fiorente il territorio.

La chiusa fu costruita nel 1208 e ricostruita nel 1567 su disegno del Vignola (Jacopo Barozzi), ed ancora oggi resta una meravigliosa testimonianza dell'ingegneria idraulica dell'epoca.

 

La Chiusa  è posta quasi alla metà del corso del Reno, cioè ad 83 chilometri dalla sorgente (che è sul Monte delle Piastre, in località Pruneta, a 900 mt slm.) e a 128 chilometri da Torre di Primaro, dove il fiume sfocia in Adriatico.

E' lunga 160.45 m, larga mediamente 35.45 m, con uno sdrucciolo di 34.55 m ed un dislivello di 8.25 m. 

Questo monumento idraulico ha assunto anche un valore simbolico di altrettanta forza ed importanza: alla fine del 2010  è stata infatti inserita nella lista del programma UNESCO 2000-2010 dei Patrimoni Messaggeri di una Cultura di Pace a favore dei Giovani.

Per maggiori informazioni sulla Chiusa e le iniziative legate ad essa si può consultare il sito dei Consorzi dei canali di Reno e Savena a Bologna: www.consorzireno-savena.it/

La Chiusa, essendo legata alla storia di Bologna relativa alla lavorazione della seta, è posta lungo la "Via della lana e della seta" (vedi pagina Itinerari a piedi)

Osservatorio  Felsina

L'Osservatorio Astronomico "Felsina",  sorge in località Cà Antinori nel Comune di Monte San Pietro, tra Medelana e Montepastore, in una posizione stategica da cui si domina tutto il medio Appennino bolognese: verso est si può scorgere la cupola dell'Osservatorio Astronomico di Loiano, mentre a sud sono visibili le grandi eliche del Parco eolico di Monte Galletto e la visuale spazia fino alle cime del Corno alle Scale.

Una posizione privilegiata per l’osservazione del cielo, le attività di ricerca e la pratica dell’astrofotografia.

L'Osservatorio è stato inaugurato il 19 Giugno 1999 ed è gestito dall'Associazione Astrofili Bolognesi che lo aprono al pubblico secondo un calendario annuale. in particolare 

nel periodo estivo per mostrare ad adulti e bambini le meraviglie del cielo.

Per maggiori informazioni sulle attività e gli eventi è possibile consultare il sito dell' Associazione Astrofili Bolognesi (AAB): www.associazioneastrofilibolognesi.it/osservatorio/

Torna ad  Arte e storia